PROTEZIONE E COMPRESSIONE DEGLI ADDUTTORI  

Nella nostra sezione dedicata alla «protezione degli adduttori», potrete ritrovare una gamma di pantaloncini - Shortystrap realizzati appositamente per la pratica dello sport. Questa selezione, combina protezione, comodità, leggerezza e semplicità dell'utilizzo, per alleviare il male agli adduttori o per prevenire le lesioni.

Il dolore agli add...

Nella nostra sezione dedicata alla «protezione degli adduttori», potrete ritrovare una gamma di pantaloncini - Shortystrap realizzati appositamente per la pratica dello sport. Questa selezione, combina protezione, comodità, leggerezza e semplicità dell'utilizzo, per alleviare il male agli adduttori o per prevenire le lesioni.

Il dolore agli adduttori, chiamato comunemente pubalgia in senso lato, è ricorrente fra gli sportivi. La zona pelvica è spesso, infatti,  molto sollecitata dagli sportivi, nello specifico in quegli sport collettivi come il calcio, la pallamano etc...ma anche nella corsa a piedi. 

La nostra gamma di pantaloncini SHORTYSTRAP, scelta da SPORT PROTECH ITALIA, vi permetterà di alleviare il male agli adduttori attraverso un riposo parziale dei muscoli adduttori e della regione pubica. 

Nella maggior parte dei casi è possibile una ripresa immediata delle vostre attività sportive

Voir la suite

Sous catégories

  • 79,90 € Disponibile

    PERMETTE LA RIPRESA IMMEDIATA DELLO SPORT NEL 95% DEI CASI! SHORTYSTRAP agisce per mezzo di una serie di fasce elastiche che provocano un effetto di avvicinamento degli arti inferiori. Questo effetto permette un parziale riposo dei muscoli adduttori e della zona pubica e dei movimenti più equilibrati e meno aggressivi per il bacino.

    79,90 €
    Disponibile
  • 40,75 € 48,75 € Disponibile
    Saldi !

    PREVENIRE LA PUBALGIA E IL MALE AGLI ADDUTTORI! Ideale per alleviare i dolori legati alla pubalgia e ai muscoli adduttori. La tecnologia Cross CompressionTM, sviluppata esclusivamente da McDavid, aiuta a mantenere e stabilizzare i muscoli adduttori. Ideale all'inizio o dopo la pubalgia. Disponibile in nero o bianco

    40,75 € 48,75 €
    Disponibile
  • 89,90 € Disponibile

    PERMETTE LA RIPRESA IMMEDIATA DELLO SPORT NEL 95% DEI CASI! SHORTYSTRAP agisce per mezzo di una serie di fasce elastiche che provocano un effetto di avvicinamento degli arti inferiori. Questo effetto permette un parziale riposo dei muscoli adduttori e della regione pubica e dei movimenti più equilibrati e meno aggressivi per il bacino.

    89,90 €
    Disponibile
  • 89,90 € Disponibile

    PERMETTE LA RIPRESA IMMEDIATA DELLO SPORT NEL 95% DEI CASI! SHORTYSTRAP agisce per mezzo di una serie di fasce elastiche che provocano un effetto di avvicinamento degli arti inferiori. Questo effetto permette un parziale riposo dei muscoli adduttori e della regione pubica e dei movimenti più equilibrati e meno aggressivi per il bacino.

    89,90 €
    Disponibile
Risultati 1 - 4 su 4.

Gli adduttori o muscoli adduttori, sono una zona situata all'interno della coscia. Ben noti, purtroppo, nel mondo dello sport per le lesioni che li coinvolgono, gli adduttori sono spesso soggetto di numerosi dibattiti. Lesioni, prevenzione, esercizi di rinforzo...i soggetti di discussione sono numerosi.

GLI ADDUTTORI: COSA SONO? 

I muscoli adduttori sono dei muscoli del corpo umano che hanno come funzione principale di garantire il movimento di adduzione dell’anca. In poche parole sono quei muscoli che avvicinano gli arti inferiori al piano sagittale mediano del corpo. Sono, quindi, essenziali per il funzionamento del corpo umano perché stabilizzano il bacino insieme agli abduttori dell’anca, nello specifico  il medio gluteo, mentre si corre o si cammina. Hanno anche un ruolo nella flesso-estensione durante la rotazione esterna dell'anca insieme ai muscoli rotatori esterni brevi come l’otturatore interno (ricoperto dal grande gluteo e dal muscolo tensore della fascia lata) e il quadrato del femore.

Gli adduttori sono in tutto sette e si trovano nell’interno coscia e precisamento fra l’inguine e la parte inferiore del femore. Vediamo come si chiamano: 

  • Muscolo adduttore lungo
  • Muscolo adduttore breve
  • Muscolo grande adduttore (che arriva fino alla tuberosità ischiatica) 
  • Muscolo piccolo adduttore
  • Muscolo pettineo
  • Muscolo gracile 
  • Muscolo otturatore esterno

I muscoli adduttori, come detto precedentemente, lavorano insieme ai muscoli abduttori. Questi ultimi lavorano in senso contrario rispetto agli adduttori e, quindi,  portano la gamba verso l’esterno. Il lavoro combinato di questi gruppi muscolari consente una corretta mobilità del bacino.

QUALI SONO LE LESIONI AGLI ADDUTTORI PIÙ FREQUENTI?

Il funzionamento delle lesioni all'adduttore risulta abbastanza semplice in quanto sono dovute a indolenzimento, stiramento, pubalgia, strappo o rottura. Questo tipo di lesioni sono rispettivamente classificate dalla meno alla più grave, colpendo direttamente la parte interna della coscia.

Uno stiramento è il primo vero livello di lesione muscolare. Lo stiramento e lo strappo sono lesioni di livello superiore in cui il muscolo è teso a tal punto da causare la rottura delle fibre muscolari. Più grave è la lesione, più difficile e lungo è il recupero per l'atleta. In caso di rottura o di forte dolore ai muscoli adduttori, si raccomanda vivamente di consultare un medico. 

Nel momento in cui uno sportivo sente di aver male agli adduttori, non importa quanto sia grave, è perché sta sperimentando l'affaticamento muscolare. È questo affaticamento muscolare che, nel caso più lieve, causerà lievi dolori. Se più grave, invece, il dolore diventerà sempre più intenso e la gravità della lesione si evolverà con l’aumento progressivo del male. A seconda del livello di lesione, i farmaci antinfiammatori e il riposo possono alleviare il dolore dello sportivo.

E che dire allora della pubalgia? La pubalgia contraddistingue tutti i dolori nella zona pubica, dal basso ventre agli adduttori. La pubalgia dei muscoli adduttori può essere causata da tre diverse lesioni: 

  • Entesopatia: situata nell'inserzione dell'adduttore sull'osso
  • Tendinopatia: sul tendine
  • Strappo del muscolo tendineo: situato nella giunzione tra il muscolo e il tendine.

COME PREVENIRE LE LESIONI AGLI ADDUTTORI? 

Per ottimizzare le vostre possibilità di evitare lesioni agli adduttori, è importante lavorare regolarmente su questa zona, anche se non ne avete mai avute. Per realizzare esercizi adatti ad ognuno, è necessario innanzitutto analizzare la fisionomia dello sportivo, cioè il suo modo di correre, di camminare, le posture adottate…Ma non è tutto! Entrano, infatti, in gioco fattori esterni come il tipo di terreno utilizzato. Per compensare questo, si possono fare esercizi molto semplici: sollevamenti del ginocchio, corse con cambi di direzione, salti a ostacoli, ecc.

Se vi siete già confrontati con una lesione agli adduttori saprete che il rimedio, raccomandato da molti specialisti, è il riposo totale. In seguito, è possibile un ritorno graduale allo sport. Si consiglia, inoltre, di indossare SHORTYSTRAP, un pantaloncino che permette di contrastare il dolore della pubalgia. Shortystrap può essere utilizzato sia in misura preventiva sia per riprendere gli allenamenti e coprire i muscoli intorno alle cosce.